Trekking Urbano a Napoli

trekking-urbano-a-napoli

Napoli, dal 29 ottobre al 13 novembre un fitto programma di passeggiate per esplorare gli angoli più nascosti della città.

Perché scegliere una visita guidata a passo di Trekking? Per vivere un’esperienza unica, che sollecita la mente ed il corpo, coniugando la possibilità di immergersi nell’arte e nella natura, facendo sport. I percorsi proposti sono lontani dai circuiti più conosciuti e per questo più liberi e ricchi di sorprese. Inoltre il Trekking Urbano fa bene alla città perché è una forma di turismo sostenibile che permette di decongestionare le zone attraversate dai flussi turistici tradizionali.

E come da anni ormai accade, quando un’iniziativa di turismo sostenibile chiama, Legambiente Parco Letterario Vesuvio risponde!

Ed ecco i Tre percorsi proposti per questa XIII edizione del Trekking Urbano:

  •  Luoghi dell’Anima: dalle scale del Niccolini al Tondo di Capodimonte alla chiesetta di San Gennaro nel Real Bosco di Capodimonte.

scale-della-principessa-jolanda

 

Percorso di Trekking Urbano ascendendo emozionalmente la collina di Capodimonte,  attraverso le scale della Principessa Jolanda, opera raffinata del Niccolini, fino al Borgo di Porta Piccola per mezzo delle scale di Santa Maria delle Grazie a Capodimonte. Traguardata la Porta Piccola si verrà immediatamente avvolti in un’atmosfera di quiete e tranquillità, in cui  è possibile riconoscere la voce armoniosa della natura nel fruscio degli alberi, nella foglia che cade, nel vento che accarezza l’erba. Il percorso prosegue verso la Porta di Mezzo per concludersi alla Chiesetta di San Gennaro.

Luogo di incontro: Tondo di Capodimonte, ai piedi delle scale della Principessa Jolanda

Appuntamenti: Domenica 30 Ottobre ore 10:30 e Lunedì 31 Ottobre ore 10:30 e alle ore 16:00

Quota di partecipazione associativa: € 5,00

  •  I Luoghi dell’Anima: da piazza Museo Archeologico al Cimitero delle Fontanelle, attraverso il ponte della Sanità.


Nel cuore pulsante di Napoli, alla scoperta dell’anima della “città parallela”, percepita e vissuta dall’alto fino a penetrarne nell’intimità più recondita. Punto di partenza sarà il Museo Archeologico Nazionale di Napoli, angolo  via Santa Teresa degli Scalzi,  per giungere  al ponte della Sanità, osservatorio ideale del parallelismo dei vari strati di cui si compone la città. Si camminerà fin dentro il suo cuore, nel rione popolare della Sanità, custode di storie e superstizioni, dove sacro e profano, speranze e paure, vita e morte si mescolano creando un mix culturale e folcloristico unico nel suo genere, dove il rispetto per i morti e la cura delle anime avvicina persone di secoli e culture diverse nelle stesse gestualità, credenze e rituali, fino a giungere al Cimitero delle Fontanelle.

Luogo di incontro: Angolo Museo Archeologico/ Santa Teresa degli Scalzi

Appuntamento: Martedì 1 Novembre ore 11.30

Quota di partecipazione associativa: € 5,00

  •  I Luoghi dell’Anima: dalla Basilica di San Gennaro ad Antignano alla stazione della metropolitana di Salvator Rosa, fino all’opera “ferrovia centrale di Napoli 1906 (Naples procession)” di William Kentridge nella stazione Toledo.

naples-procession-william-kentridge

Partendo dalla Chiesa di San Gennaro ad Antignano, attraverso la strada del Conte della Cerra si raggiungerà la stazione della metropolitana si Salvator Rosa, opera di mobilità sostenibile per eccellenza e al tempo stesso di arte contemporanea.
L’itinerario prosegue prendendo la metro e scendendo alla fermata di Toledo che sarà descritta nelle sue caratteristiche principali.
La visita terminerà con l’illustrazione del mosaico “Naples procession” di William Kentridge.

Luogo di incontro: Basilica minore pontificia di San Gennaro ad Antignano

Appuntamento: Sabato 5 Novembre ore 16.30

Quota di partecipazione associativa: € 5,00

 n.b. La prenotazione è obbligatoria per tutti i percorsi.

 

 CONTATTACI:

chiamando al 3319658382 
inviandoci una mail a [email protected]
 oppure visita la nostra pagina facebook

 

“L’uomo che viaggia e non conosce ancora la città che lo aspetta lungo la strada, si domanda come sarà la reggia, la caserma, il mulino, il teatro, il bazar. In ogni città dell’impero ogni edificio è differente e disposto in diverso ordine: ma appena il forestiero arriva alla città sconosciuta e getta lo sguardo in mezzo a quella pigna di pagode e abbaini e fienili, seguendo il ghirigoro di canali orti immondezzai, subito distingue quali sono i palazzi dei principi, quali i templi dei grandi sacerdoti, la locanda, la prigione, la suburra. Così – dice qualcuno – si conferma l’ipotesi che ogni uomo porta nella memoria una città fatta soltanto di differenze, una città senza figure e senza forma, e le città particolari la riempiono” (Italo Calvino, Le città invisibili)

 

Le attività proposte sono frutto della collaborazione con il Comune di Napoli

Per maggiori informazioni in merito alla XIII Giornata Nazionale del Trekking Urbano                                       visita il sito www.naculture.it o la Pagina fb Turismo Sostenibile

 

Successivo Marzo Donna 2017